Due eventi Venerdì 9 ottobre 2015 presso la Libreria Assaggi, in via degli Etruschi 4, Zona S Lorenzo, Roma: il Seminario del Dott. Losi e a seguire la Presentazione della Scuola di Psicoterapia per l'anno 2016.

Un articolo interessante sulle nuove rotte dei flussi migratori. 

https://www.facebook.com/Etnopsi/posts/761200840669912?pnref=story

Natale Losi e Annalisa Sutera hanno pubblicato "Aprire narrazioni altre in contesti monolitici: la finestra dell'SPDC" all'interno dell'ultimo numero della rivista Riflessioni Sistemiche, intitolato "Narrazioni".

Un articolo per riflettere sulle politiche dell'immigrazione. Per leggere cliccare sul link: 

https://www.facebook.com/Etnopsi/posts/748931488563514

Lidia Tarantini  
L’Altro prossimo venturo  
La relazione terapeutica con il migrante 
FrancoAngeli 
 
Dopo un’esperienza più che decennale in Tunisia con pazienti di religione islamica e poi in Italia con immigrati e stranieri, l’autrice ha sentito il bisogno di rivedere quelle che per anni erano state le certezze teorico-cliniche del suo lavoro di psicoterapeuta, che, con pazienti di cultura e religione diffe- renti da quelle dei pazienti italiani, non potevano più essere utilizzabili. Ciò che diventa in questa revisione elemento centrale, più degli strumenti tecnici e dei paradigmi consolidati, sarà la percezione e la relazione con l’Altro. Imprescindibile, quindi, è la ricerca di altre modalità, più fluide e articolate e per le quali la narrazione e l’ascolto diventano essenziali e gravidi di signifi- cati complessi. Di questa ricerca e sperimentazione di strumenti, in parte ine- diti, in parte modificati, parla il libro, anche attraverso l’esposizione di alcune storie cliniche in cui l’utilizzo di uno strumento come il Gioco della Sabbia si è rivelato fondamentale per stabilire una comunicazione non unicamente ver- bale con pazienti stranieri e immigrati, permettendo loro di toccare livelli di consapevolezza non raggiungibili con la parola e il ricordo cosciente. Questo libro vuole essere anche un contributo per gli operatori dei Centri di Accoglienza, delle ASL, degli ospedali, delle Case Famiglia che per instau- rare la relazione con l’Altro sono spesso alla sofferta ricerca di strumenti di comunicazione e comprensione di una umanità disperata.           
 
Lidia Tarantini è stata didatta dell’A.I.P.A. (Associazione Italiana Psicologia Analitica). Membro ordinario della Società Italiana di Psicologia Scientifica e didatta della International Association For Analytical Psychology, è socio fondatore e past president della rivista Eidos e dell’associazione ETNA (Etnopsicologia Analitica) che si occupa della diagnosi e cura di pazienti stranieri e immigrati. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo È come se (Borla, 2001); Dialogare con l’Islam: la psiche tra radicalismo e laicità (Astrolabio, 2004); La psicanalisi di fronte all’Islam (a cura del ministero della cultura di Tunisi, 2005); Lo sguardo che ascolta (Ma.Gi. Editore, 2006).  


This site uses cookies. By continuing to browse the site you are agreeing to our use of cookies.